lunedì 28 gennaio 2008

Il Gatto Nero

Il Gatto Nero si chiama Priscilla. E' piccolo, anzi piccola, perchè è una micina. Il Gatto Nero ha solo due mesi e mezzo e il nostro piccolo appartamento a Lei sembra un immenso Luna Park.
Scruta, corre, salta, si rotola, si nasconde...e quando non la vedi puoi star certo che ti sta spiando da qualche pertugio dove è riuscita a infilarsi.
Il Bagno è la sua stanza, dove mangia e dorme, dove gioca la notte mentre Noi dormiamo.
Il Soggiorno offre mille distrazioni, si infila sotto il divano, in quel poco spazio che riesce a conquistare, ci salta sopra e si accoccola in cima allo schienale e poco dopo lo percorre per infilarsi dentro al como' poggiato alla parete. Poi esce, salta, fa un agguato alla piuma di struzzo viola che le piace tanto e poi comincia a correre come una pazza da un lato all'altro della stanza, a perdifiato. E poi sparisce.
La senti miagolare d'improvviso, basta chiamarla per nome e subito compare guardandoti ed esclamando: "Ah, ecco dov'eri! Sono ore che ti cerco..."...
Priscilla è una chiacchierona in effetti, parla anche mentre mangia, non si è ancora capito se miagola di piacere o brontola perchè siamo in ritardo sulla tabella di marcia.
Parla la mattina quando siamo da sole in casa e io mi sto preparando per uscire e mio marito è già uscito da un pezzo, controlla tutto. Guarda la televisione e segue le partite alla Play con grande interesse; osserva persino il cursore del mouse che si muove sullo schermo, tentando invano di acchiapparlo.
Priscilla gioca con la dracaena, anche se "giocare" è un termine un po' azzardato, in realtà la schiaffeggia, almeno le foglie più basse...e siccome loro "osano" muoversi, lei le picchia ancora. Più forte però.
Il Gatto nero è un po' matto, ma è in linea con il resto della famiglia. E' una pastrocchina coccolona che dorme sulle mie gambe mentre ceniamo e si esibisce in 40 minuti filati di fusa come fosse un'orchestra filarmonica...è matta ma dolcissima ed è buffa come solo i gatti sanno essere.
Si esercita a saltare e piomba con la leggiadria di un ippopotamo sul pavimento scappando via come se uno spiritello dispettoso le avesse fatto uno sgambetto. Brontola quando viene sgridata o se viene trovata a far qualcosa che non deve...come quando tenta la fuga verso la libertà e la rispediamo in casa, allora la senti borbottare mentre torna nella sua stanza e si appollaia sul suo cesto come fosse una matrona.
Il Gatto Nero è una meraviglia, Priscilla è una meraviglia...e noi siamo veramente fortunati...

1 commento:

Vincenzo ha detto...

I gatti sono di una compagnia unica, all'opposto del tuo il mio è tutto bianco ma si comporta allo steso modo :)